La F.N.C Vigili del Fuoco presenzia all'audizione informale del 23/11/2016 presso la Camera dei Deputati in Commissione Affari Costituzionali esponendo le problematiche della categoria e lasciando agli atti una memoria scritta di seguito allegata.

A seguito della convocazione in oggetto, la scrivente Federazione si pregia di lasciare memoria scritta sull'argomento trattato nell'auspicio che tale contributo possa essere di interesse per la risoluzione dell'annosa questione riguardante i Vigili del Fuoco "discontinui". L'impiego del personale volontario in servizio "temporaneo" o "discontinuo", trae origine con la nascita stessa del CNVVF. Infatti, tale modalità di impiego venne già prevista nell'art. 17 Legge 1570 del 1941: " in occasione di pubbliche calamità, di emergenza o di altre particolari necessità, il ministero dell'interno dispone il richiamo temporaneo in servizio continuativo di personale volontario..." . Il richiamo temporaneo fu poi meglio normato nel 1961 con l’art. 70 della L. 469 ed ha sempre mantenuto il carattere straordinarietà: “In occasione di pubbliche calamità, di emergenze o di altre particolari necessità"; successivamente, con l’art. 14 della L. 996/1970 fu apposto un limite massimo alla durata richiamo pari a 20 giorni. Limite che, dieci anni dopo, con l’art 41 della L. 930/1980 venne elevato ad 80 giorni. Successivamente, venti anni dopo, con l’art. 12 co. 1 della L. 246/2000 si estese ancora una volta il limite elevandolo agli attuali 160 giorni all'anno.

Dalla breve analisi storica emerge subito una considerazione: Il richiamo temporaneo fu istituito per sopperire a situazioni emergenziali, non ordinarie, che prevedevano in rapido incremento dell'organico disponibile per affrontare l'emergenza. Il criterio di "particolare necessità" - che in qualche modo legittimava una reiterazione di "contratti" a termine - nel 2012 è stato eliminato dal legislatore (art. 4 , comma 11 , della legge 183/2011 legge finanziaria 2012) modificando l'articolo 9 del D.lgs 139/06 nei termini seguenti: “ In caso di necessità delle strutture centrali e periferiche del Corpo Nazionale motivate dall’Autorità competente che opera il richiamo “. Sparisce quindi dal testo la parola "particolari (necessità)", stravolgendo nella sostanza la caratteristica principale del richiamo temporaneo, ovvero, la sua straordinarietà. 

 Intervento della FNC VVF

 

La Commissione Affari costituzionali, nell’ambito della discussione delle risoluzioni 7-00511 Plangger, 7-00781 Mucci, 7-00799 Piccione, 7-01091 Cozzolino, 7-01117 Fiano e 7-01133 La Russa sullo status dei vigili del fuoco cosiddetti discontinui e dei vigili del fuoco volontari, svolgerà le seguenti audizioni:
ore 14         capo del dipartimento dei vigili del fuoco, del soccorso pubblico e della difesa civile, Prefetto Bruno Frattasi;
ore 14.30    organizzazioni sindacali e associazioni.

 

Clicca qui per essere reindirizzato

 

Ecco il "PROBABILE"  testo del bando di concorso

per 250 vigili del fuoco 

L'uscita nella gazzetta ufficiale è prevista per il 15 novembre 2016 

 

Clicca qui per scaricare il bando

Per informazioni e discussioni iscriviti al gruppo facebook 

La FNC VVF LANCIA UN FORTE APPELLO AL GOVERNO 

E' URGENTE UNA "VALORIZZAZIONE E RIQUALIFICAZIONE" DEL CORPO NAZIONALE VIGILI DEL FUOCO !

20/09/2016

Oggetto: Riqualificazione del Corpo Nazionale Vigili del Fuoco

Illustri,

lo scorso 24 Agosto 2016, il nostro territorio nazionale è stato ancora una volta duramente colpito da una calamità naturale. L’invio sul territorio dei primi mezzi di soccorso provenienti anche da altre Regioni della nostra penisola è risultato alquanto difficoltoso, soprattutto a causa dell’orografia del territorio colpito.

Ineguagliabile la vicinanza e lo spirito di abnegazione messo in campo da donne e uomini del Corpo Nazionale Vigili del Fuoco che fin da subito si sono attivati con un unico obiettivo, quello di trarre in salvo il maggior numero di vite umane.

I ringraziamenti e gli abbracci ricevuti, sembrano aver riavvicinato un mondo politico negli ultimi anni distante anni luce dalle richieste del personale. Un primo stanziamento economico in favore del C.N.VV.F lo si è avuto pochi giorni fa al fine di garantire l’acquisto di nuovi mezzi ed attrezzature sempre più all’avanguardia. Come Federazione attenta alle problematiche del Corpo, auspichiamo sia solo un primo passo verso una totale riqualificazione dell’intera struttura.

Per quanto concerne il personale auspichiamo che vi sia:

1)         Il giusto riconoscimento economico che vada ben oltre il contributo straordinario stabilito dalla Legge 28/12/2015 n° 208 e dal credito Art 1 del D.L 66/2014. 

2)         Attuazione dei decreti attuativi atti a garantire la Specificità del lavoro svolto in base all’Art 19 della legge 183/2010 tenendo in considerazione tutte quelle malattie professionali e psicologiche alle quali la categoria può essere soggetta.

3)         Riforme dei decreti legislativi appartenenti al C.N.VV.F “decreto 139 del 2006 e decreto 217 del 2005

4)         Aumento in pianta organica nel ruolo Vigile attraverso lo scorrimento della graduatoria del concorso pubblico ad 814 posti nella qualifica di VV.F ed al contempo certezze sull’uscita di un bando  pubblica.

Per  il personale Volontario del C.N.VV.F:

5)         Riforma del D.P.R 76/2004 relativo al personale Volontario Vigili del Fuoco. La nuova bozza è pronta da tempo ma mai attuata.

E’ bene ricordare che la legge 225/92 vede i Vigili del Fuoco come componente fondamentale del sistema di protezione civile, purtroppo ad oggi è vero solo in parte.

È necessario conferire al dipartimento dei vigili del fuoco pieni poteri sul coordinamento di tutte le fasi del soccorso, sia per quanto riguarda l'ordinario che per le macro emergenze, soprattutto nei momenti iniziali, onde evitare sovrapposizioni e inutili "competizioni" tra enti,  massimizzando l'efficacia delle risorse messe in campo dallo Stato.

Speranzosi che parte di quanto richiesto, possa essere oggetto di studio ed approvazione già durante la conversione in legge dei prossimi provvedimenti legislativi “manovra economica”,  in attesa di un cordiale cenno, porgiamo distinti saluti.

                                                                                                                

VF D’Anna Ferdinando

Direttivo Naz.Le F.N.C.VV.F

Scarica la lettera completa in PDF

 

Se vuoi seguirci su Facebook : Pagina FNCVVF